"Il patrimonio greco, criticamente purificato, è parte integrante della fede cristiana" (Benedetto XVI)

"La cultura dell’Europa è nata dall’incontro tra Gerusalemme, Atene e Roma" (Benedetto XVI)

 

  HomeChi siamoLa rivistaTestiDidatticaAttivitàGuestbookVariaCerca

Indice 

Premessa.

1. "Pace" nel mondo pagano.

I. Pace nelle lingue indeuropee

II. "Pace" nel mondo greco

III. "Pace" nel mondo latino.

2. "Pace" nel mondo semitico.

I. "Pace" nelle lingue semitiche

II. "Pace" nell’Antico Testamento

3. "Pace" nel mondo cristiano.

I. Pace nel Nuovo Testamento

II. Pace nella letteratura cristiana antica.

III. Dalla letteratura cristiana antica a oggi.

Bibliografia

(sono indicate soltanto le opere richiamate nelle sezioni successive)

Buck C. D., A Dictionary of Selected Synonims in the Principal Indo-European Languages, Chicago and London 1949,

Frisk Hj., Griechisches etymologisches Wörterbuch (= GEW), Heidelberg 1956 ss.

H. Fuchs, Augustin und der antike Friedensgedanke, NPhU 3 (1926), pp. 39-43 e 167-223

Lana I., L’idea della pace nell’antichità, S. Domenico di Fiesole (FI) 1991

articolo eêrÔnh in G. Kittel-G. Friedrich, Grande Lessico del Nuovo Testamento (tr. it. di Theologisches Wörterbuch zum Neuen Testament), III, Brescia 1967, coll. 191-237 (di G. von Rad la parte relativa all’AT, di W. Foerster le parti relative all’antichità pagana e al NT)

M. L. Porzio Gernia, Considerazioni linguistiche sulla famiglia del lat. pax, paciscor, ecc., in I. Lana (ed.), La concezione della pace a Roma, Torino 1987, pp. 208 e ss.

M. L. Porzio Gernia, Il lat. pāx nella storia linguistica dell’Italia antica. Espiazione, purificazione, unione con il dio nella preghiera umbra, in Atti del Convegno Nazionale di Studi su La pace nel mondo antico, Torino 9-10-11 aprile 1990, pag. 115-146

Prestipino L., La pace nel mondo antico, Zetesis 3 (1983), pp. 4-17

M. Sordi, Il mito Troiano e l’eredità etrusca di Roma, Milano 1989

 

N.B. I limiti di Internet per la visualizzazione dei caratteri greci e in genere dei segni diacritici ci ha consigliato di ridurre al minimo le citazioni di parole greche e di forme provviste di segni diacritici. La maggior parte dei riferimenti a testi greci è attuata mediante il richiamo a immagini .GIF: le poche parole in caratteri greci presenti nel corpo del testo sono in carattere Greek2 (che può essere liberamente scaricato dalla sezione Strumenti della pagina principale). È comunque indispensabile, per una corretta lettura dei segni diacritici, che sia installato il supporto internazionale di Windows e attivata la visualizzazione con codifica multilingue (UTF-8) nel browser di Internet.

Stampa questa pagina (versione printer friendly)

Vai a: Premessa

Per tornare alla home
Per contattare la Redazione
Privacy policy e autorizzazione all'uso dei cookies: clicca qui