Meeting 2006
 

 

 

 

"Il patrimonio greco, criticamente purificato, è parte integrante della fede cristiana" (Benedetto XVI)

"La cultura dell’Europa è nata dall’incontro tra Gerusalemme, Atene e Roma" (Benedetto XVI)

 

  HomeChi siamoLa rivistaTestiDidatticaAttivitàGuestbookVariaCerca

Meeting 2006

 

Alla XXVII edizione del Meeting per l'Amicizia fra i popoli, che si è svolta a Rimini dal 20 al 26 agosto 2006 col titolo "La ragione è esigenza di infinito e culmina nel sospiro e nel presentimento che questo infinito si manifesti", amici della Redazione e del Comitato Scientifico di Zetesis hanno contribuito partecipando a una tavola rotonda e allestendo una lettura drammatizzata.

 

Lunedì 21 agosto 2006, ore 11.15, nella sala A 3 si è svolta la tavola rotonda

 

RAGIONE E VERITA' NELLA COSCIENZA ROMANA

 

Hanno partecipato Moreno Morani, Docente di Glottologia all’Università degli Studi di Genovae Presidente del Comitato scientifico di Zetesis; Alfredo Valvo, Docente di Storia Romana all’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano, del Comitato Scientifico di Zetesis; era prevista altresì la presenza della Prof. Marta Sordi, Professore Emerito di Storia Romana all’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano, che tuttavia non ha potuto essere presente per ragioni di salute. La relazione della prof. Marta Sorti è stata letta dalla prof. Angela Maria Mazzanti, dell'Università di Bologna. La tavola rotonda si è svolta nella bella e accogliente cornice della sala A3 dinanzi a un vasto pubblico (600 persone), che ha manifestato interesse e partecipazione di fronte alle relazioni proposte. Si è svolto alla fine un breve dibattito.

Riportiamo qui di séguito un breve passaggio dell'introduzione (trascrizione dalla registrazione dell'evento).

 

La pubblicazione dei testi completi delle relazioni

è prevista per il numero di Zetesis 1/2007

Moderatore: Diamo inizio a questo incontro su Ragione e verità nella coscienza romana, incontro che è diventato una felice consuetudine nell’ambito del Meeting di Rimini, in quanto nei diversi anni il lunedì, all’inizio del Meeting, viene proposto un incontro che permette di riflettere sui contenuti e sui valori della civiltà greco-romana. Grazie a coloro che sono intervenuti, tutto il pubblico, in modo particolare sua eccellenza mons. Luigi Negri, vescovo di San Marino e Montefeltro. Ringrazio i colleghi docenti universitari, i docenti dell’università di Bologna e delle altre università italiane presenti tra il pubblico. (...)

E’ compito mio iniziare questo incontro con una breve nota che si propone di fornire lo sfondo storico in cui si inquadrano i problemi che saranno discussi e affrontati dai due successivi relatori. Svolgerò una breve analisi linguistica sul significato delle due parole – ragione e verità – che sono inserite nel titolo dell’incontro. Per quanto non sia vero che “Nomina sunt consequentia rerum”, cioè che i nomi sono collegati indissolubilmente con le cose, tuttavia lo studio delle parole, del loro significato, dei loro confini semantici, del rapporto che le lega con le altre parole della lingua, può dire e insegnare molte cose sul modo con cui una comunità linguistica riflette sulla realtà che la circonda, sui valori che percepisce e quindi, in definitiva, sui criteri che stanno alla base del suo modo di vivere, di organizzarsi, di rapportarsi con gli altri uomini e col mondo. In altre parole, lo studio del lessico e della semantica ci permette di recuperare un mondo di valori e di concetti che hanno guidato una comunità linguistica nell’elaborazione della propria civiltà e del proprio modo di vivere, della propria cultura.

Galleria fotografia dell'incontro

(doppio clic sulle immagini per ingrandirle)

 

Chiudi finestra

(Torna alla homepage di Zetesis)

(Torna alla pagina Zetesis al Meeting

Print Friendly and PDFCliccando sul bottone hai questa pagina in formato stampabile o in pdf



Per tornare alla home
Per contattare la Redazione


Questo sito fa uso di cookies. Privacy policy del sito e autorizzazione all'uso dei cookie: clicca qui