Il poema degli uomini e degli dè
 

 

 

 

"Il patrimonio greco, criticamente purificato, è parte integrante della fede cristiana" (Benedetto XVI)

"La cultura dell’Europa è nata dall’incontro tra Gerusalemme, Atene e Roma" (Benedetto XVI)

 

  HomeChi siamoLa rivistaTestiDidatticaAttivitàGuestbookVariaCerca

 

Il poema degli uomini e degli dèi

Omero. Iliade

 

a cura di L. Cioni, G. Regoliosi, P. Tamburini

BUR. I libri dello spirito cristiano

 

 

Il primo grande poema dell’Occidente, per secoli cantato e ascoltato, cui hanno attinto studiosi e poeti, ragazzi e maestri, linguisti e saggisti e antropologi: ciascuno, anche in tempi recenti (film, spettacoli, romanzi), vi ha trovato motivi di interesse. In questa edizione il filo conduttore è la costante compresenza degli dèi accanto agli uomini: nel difficile cammino umano, percorso dalla guerra che domina con la forza e rovescia continuamente le sorti di vincitori e vinti, gli dèi si inseriscono con una fisicità che ha punte eccessive e sconcertanti, ma poggia essenzialmente sull’idea che l’obbedienza al dio è garanzia di giustizia, senso del limite e rispetto del destino.
Scandita da questa obbedienza, la vita dell’uomo e della donna si snoda tra l’eroismo e il timore, l’esaltazione e l’angoscia, gli affetti e i rimpianti: tutto lo spessore dell’umano che sente dietro di sé (si pensi ad Atena che ferma Achille prendendolo per i capelli) la forza di una presenza a cui si può dare del tu.
Il volume si articola in due parti: la prima racconta il poema in una prosa narrativa in cui si inseriscono ampi stralci del poema omerico; la seconda propone i commenti ai brani in versi.

 

 

Stampa questa pagina (versione printer friendly)

 


(Torna alla pagina I nostri libri)

(Torna all'indice della sezione Testi)

(Torna alla homepage di Zetesis)

Per tornare alla home
Per contattare la Redazione


Questo sito fa uso di cookies. Privacy policy del sito e autorizzazione all'uso dei cookie: clicca qui